RFM

Unità di recupero calore
CON CIRCUITO FRIGORIFERO INTEGRATO ON/OFF
da 900 a 4.000 m³/h/h

Le unità di recupero calore RFM dedicate al ricambio dell’aria e al suo trattamento termico (con possibilità di controllare la temperatura di immissione negli ambienti) sono state progettate e sviluppate per poter conciliare molteplici esigenze tipiche delle applicazioni sia di tipo terziario che commerciale.
La serie RFM, si articola su sei grandezze, per portate d’aria che vanno da 900 a 4000 m3/h.

  • Telaio portante in lamiera e pannelli di tamponamento a doppio guscio in lamiera preverniciata completamente amovibili con isolamento termoacustico in lana minerale con spessore minimo di 20 mm.
  • Recuperatore di calore statico del tipo aria-aria a flussi incrociati con vasca di raccolta condensa.
  • Filtri a celle sintetiche in classe G4.
  • Elettroventilatori centrifughi a pale avanti a doppia aspirazione ad 1 velocità, eventualmente dotati di motori ad inverter a portata costante.
    Circuito frigorifero a pompa di calore (R410A) costituito da condensante realizzate con tubi in rame ed alettatura in compressore ermetico scroll, batteria evaporante e batteria alluminio, valvola termostatica bidirezionale, separatore e ricevitore di liquido, valvola a 4 vie per inversione ciclo, valvola di sicurezza, pressostati di alta e bassa pressione, filtro freon e spia del liquido.
  • Quadro elettrico interno per la gestione di tutti i comandi di potenza; sonde di temperatura e di sbrinamento evaporatore invernale.
  • Regolazione a microprocessore, per la gestione automatica della temperatura ambiente, della commutazione caldo/freddo e dei cicli di sbrinamento; display per l’impostazione parametrica e per la visualizzazione dei valori di sonda e di set-point remotabile fino a 30 m dall’unità.

Scambiatore di calore in alluminio ad alta efficienza

Circuito frigorifero con gas R410A

Il vano tecnico esterno al flusso d’aria, consente di operare con estrema facilità

Per ciascuna grandezza, è possibile adattare all’impianto le prese aspiranti e quella di espulsione secondo le configurazioni llustrate in figura, anche ad unità già installata.

Per variare la posizione delle prese aspiranti è sufficiente scambiare tra loro i pannelli porta-filtro con i corrispondenti pannelli ciechi.

La configurazione M90 va necessariamente specificata all’atto dell’ordine in quanto implica lo scambio di posizioni tra il ventilatore di immissione ed il quadro elettrico, operazione non possibile con unità già installata.

Nella tabella sono riportati i valori di potenza sonora (SWL) in banda d’ottava e relative risultanti; sono inoltre evidenziati i valori di pressione sonora (SPL) a 1m, 5m e 10m in mandata, ripresa ed all’esterno dell’unità, in condizioni di unità canalizzata.

RFM